Artissima 2019: piccola guida per food & wine lovers

Artissima, D.A.M.A., il Club2Club: tra la fine di ottobre e i primi di novembre, Torino diventa il centro del contemporaneo. E si prepara a una 3-4 giorni in cui *davvero* non si dorme. MAI.

L’agenda scoppia, il sonno e il tempo scarseggiano e urge una soluzione per raccogliere idee e fissare gli appuntamenti nel modo più sensato possibile. E noi siamo qui per fornirvi una piccola guida food & wine durante la settimana più calda dell’anno da passare all’ombra della Mole.

L’idea dietro questo articolo nasce all’improvviso durante la conferenza stampa di Artissima da Combo, perché abbiamo pensato: se per uno degli eventi più importanti nel panorama nazionale del vino (Vinitaly 2019) avevamo creato una piccola guida per amanti dell’arte, perché non crearne una per gli amanti del vino e del buon cibo in occasione di una delle fiere d’arte contemporanea più autorevoli d’Italia?

Il risotto «Together»: il piatto simbolo dell’edizione 2019 di Artissima

The EDIT Dinner Party – Se il Vino sa di Tappo

Cominciamo con un evento “di pancia”: il The EDIT Dinner Party che si terrà presso l’Osservatorio EDIT il 1 novembre. “Se il vino sa di tappo” è il secondo appuntamento di una cena d’artista diretta da Bruna Esposito (vincitrice del premio EDIT 2019) in collaborazione con la chef stellata Mariangela Susigan. Il tema? La bellezza e la bontà ideali. Una degustazione a tutto tondo, durante la quale i confini tra oriente e occidente, tra passato e futuro, diventano labili, fumosi, in un ricomporsi in divenire ma g(i)usto in tempo per delineare un’esperienza corale tra diverse culture. Diciamo una Torino – Estremo Oriente A/R in un paio d’ore.

The Edit Dinner Party - Se Il Vino Sa di Tappo
Quando: 01/11/2019 ore 20
Dove: EDIT, via Cigna, 96-17, Torino
Email: hello@edit-to.com

Campari Art Prize

Dalle locandine Belle Époque al design delle “Variazioni Grafiche sul nome Campari” di Bruno Munari, fino agli spot diretti da Fellini a metà degli anni ’80 e oltre: tutti questi (e molti altri) riferimenti solo per raccontarvi una parte del patrimonio artistico e culturale legato a doppio filo con il brand Campari. Riconoscibilissimo per il prodotto ma un po’ meno per l’impegno nella promozione delle arti e della creatività che da quasi cent’anni lo contraddistingue, e di cui oggi vogliamo parlarvi nell’ambito di Artissima con il Campari Art Prize, giunto alla 3° edizione. Nato nel 2017, il Campari Art Prize viene assegnato a un artista under 35 tra quelli presentati nelle diverse sezioni della fiera, selezionato in nome di una ricerca concentrata sul potere evocativo dello storytelling in tutte le sue interpretazioni, e sulla dimensione comunicativa dell’opera. Non solo un premio in denaro, ma anche una mostra personale presso il museo aziendale della Galleria Campari. Chi vincerà?

Campari Art Prize
Giuria: Adam Budak, Francesco Stocchi, Carina Plath
Quando:Sabato 2 novembre 2019 (18-19)
Dove:Piper

Piemonte Land of Perfection

Quando le eccellenze del territorio (e nel caso specifico, di quello piemontese) si incontrano e creano sinergie, contribuiscono a valorizzarsi a vicenda grazie all’indubbio prestigio e notorietà che entrambe vantano. E ne escono delle iniziative uniche. Qui vi parliamo della partnership tra Artissima e Piemonte – Land of Perfection, grazie alla quale la prima sarà accompagnata dalle denominazioni che hanno reso il Piemonte del vino celebre nel mondo per tutta la durata della fiera. Ma non solo. Dall’area parterre con un corner degustazione ingentilito da un’’immagine grafica ispirata all’opera di Alice Ronchi – presentata in occasione della 53° edizione del Vinitaly – all’area lounge sopraelevata dell’Oval che ospita un ristorante e un bistrot curati dal Ristorante la Gardenia di Caluso, Artissima si conferma un luogo odve poter scoprire la proposta enologica della regione circondati da bellezza. Un’opportunità in più per apprezzare il tentativo sviluppare un brand Piemonte capace di abbracciare l’intero patrimonio storico, culturale ed enogastronomico.

Per il secondo anno torniamo ad Artissima, convinti dell’importanza di tracciare nuovi percorsi di valorizzazione del patrimonio enoico regionale. In tal senso non c’è niente di più adatto di una fiera internazionale di arte contemporanea, capace di proporre i valori che il vino incarna a un pubblico sensibile a quel prestigio che contraddistingue i nostri vini. L’invito che rivolgo a tutti gli appassionati di arte è quello di scoprire la bellezza di quei capolavori enoici racchiusi nelle bottiglie che saranno in degustazione presso il nostro corner

Filippo Mobrici, Presidente di Piemonte Land of Perfection.

Artsy Cheese for all!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You May Also Like