Le nuove Etichette d’Autore di Signorvino firmate dallo Street Artist CIBO

Appena scoperto il nuovo progetto delle Etichette d’Autore di Signorvino, ci aveva sì colpito l’estetica di queste colorate wine label, ma anche il coinvolgimento di uno street writer veronese di cui avevamo solo sentito vagamente parlare in termini di creatività enogastronomica: CIBO. La decisione di scriverne nel blog però è stata presa appena abbiamo approfondito meglio la sua attività e gli ideali che ne sono alla base: combattere celtiche e svastiche sui muri a suon di angurie, fragole e varie altre prelibatezze dipinte. Ed è proprio quella che sta portando avanti lo street writer veronese CIBO da qualche anno a questa parte.

Le etichette sono il contenuto delle bottiglie. Vedere i profumi o i sapori del vino ancora prima di berlo

CIBO

CIBO: Street Artist Enograstronomico contro i simboli radicali

Una svastica può diventare un muffin: e questa è l’idea geniale di CIBO. Citando il solito Lavoisier (ok lo stiamo decontestualizzando ma ci sta tutto!): nulla si crea, nulla si distrugge, ma tutto si trasforma. E a noi questa trasformazione piace! L’autore (al secolo Pier Paolo Spinazzé) è un giovane artista veronese classe 1982, che sta guadagnando grande visibilità grazie al suo impegno di abbellire i muri della sua città con opere artistiche cancellando al contempo le scritte nazifasciste e i simboli d’odio che di tanto tanto in tanto appaiono per le strade cittadine. Non un atto di pura rivoluzione e critica astratta alla Banksy quindi, ma un attacco ben specifico e diretto ai gruppi radicali, i cui simboli e richieste d’odio vengono così negate da cibi gustosi e colorati. L’obiettivo? Uno stimolo concreto al senso civico.

Rosato La Castellina di Signorvino & CIBO

Le Etichette d’Autore di Signorvino

Dopo questo piccolo paragrafo introduttivo sulle attività di CIBO, lo presentiamo proprio come autore delle nuove etichette di Signorvino. Possiamo quindi apprezzare la volontà di questo progetto di collaborazione di andare oltre la mera estetica, ma di mandare un messaggio ancor più profondo e concreto. Signorvino ha voluto quindi sposare la causa del giovane writer affidando alla sua creatività la grafica di due etichette che da oggi si possono trovare in tutti i suoi punti vendita. Da Firenze a Torino, da Verona fino a Castel Romano, da qualche settimana gli scaffali della celebre enocatena espongono in bella vista sia il Rosato La Castellina che il Brioso Chardonnay. Vini che rispettivamente richiamano frutti rossi e freschezza con una vista privilegiata sui tramonti del Garda e la freschezza e vivacità, vestiti delle etichette firmate CIBO.

Signorvino
Il Brioso, lo Chardonnay di Signorvino & CIBO
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like